Piccione croccante con salsina agrodolce all’orientale

piccione.jpgAdoro questo piatto. Per quanto possa sembrare strano, c’è qualcosa di molto delicato, semplice e veloce nell’impetuoso metodo di frittura utilizzato per cuocere i piccioni. Provate lo stesso metodo con le quaglie e i polletti. A me piace cuocere il piccione finché la carne è leggermente rosata. Ho provato anche versioni che prevedono una cottura molto più lunga – le ossa diventano così friabili e croccanti da poterle mangiare -, ma la carne non rimane altrettanto delicata. Se non avete mai cucinato il piccione, provate questa ricetta!

sale marino e pepe di Szechuan appena macinato (o pepe nero se non riuscite a trovarlo)

2 cucchiaini colmi di misto ‘cinque spezie’

4 colombacci

olio vegetale

optional: 1 pezzetto di patata, pelata

2 peperoncini freschi (possibilmente di diversi colori), privati dei semi e affettati

4 cipolle primaverili, mondate e affettate

1 ciuffo di coriandolo fresco, solo le foglie

per la salsina.

2 arance (la scorza grattugiata di 1 e il succo di entrambe)

8 cucchiai di salsa di ostriche

2 cucchiaini d’olio di sesamo

1 cucchiaino di miele liquido

1 pezzo di zenzero fresco grande come un pollice, pelato e grattugiato

succo di 1 lime

Per prima cosa dovete preparare una miscela aromatica secca che andrete a strofinare sulla carne. In un mortaio , pestate una bella presa di sale, un cucchiaino abbondante di pepe di Szechuan e il misto ‘cinque spezie’ (anice stellato, cannella, chiodi di garofano, pepe e semi di finocchio). Lavate gli uccelli, dentro e fuori, e tamponateli con carta da cucina lasciandoli leggermente umidi: gli aromi aderiranno meglio. Sistemate i piccioni su un tagliere e cospargeteli (dentro e fuori) con la miscela aromatica. Strofinatela con le mani cercando di farla rimanere appiccicata alla carne il più possibile.

Versate l’olio vegetale in una padella capiente e con i bordi alti, o nella friggitrice, e portatelo a 180°. Se non avete un termometro da cucina, vi basta buttarci dentro un pezzetto di patata: quando viene in superficie e comincia sfrigolare, vuol dire che l’olio ha raggiunto la temperatura giusta.

Mentre l’olio si sta scaldando potete approfittarne per preparare la vostra deliziosa salsina. Versate la scorza grattugiata e il succo d’arancia in un padellino. Poi aggiungete mescolando la salsa di ostriche, l’olio di sesamo, il miele, lo zenzero e il succo di lime e fate sobbollire il tutto a fuoco dolce per 5 minuti. Assaggiate: dovreste sentire il giusto equilibrio tra il dolce, l’acidulo e il salato. Se vi sembra necessario enfatizzare uno di questi sapori, fatelo adesso aggiungendo dell’altro succo di lime, miele o sale. Alla fine otterrete una squisita salsa agrodolce. Trasferitela in una ciotola che porterete in tavola su un bel piattone da portata o un tagliere (non ha bisogno di essere mantenuta calda).

Quando l’olio è caldo al punto giusto, togliete il pezzetto di patata e adagiate delicatamente i piccioni nella padella. Cuoceteli per 4-5 minuti, o finché saranno ben dorati fuori e appena rosati dentro (ma non al sangue). Toglieteli dalla padella e sgocciolate bene tutto l’olio, poi tamponateli con della carta da cucina e trasferiteli su un tagliere. Mantenete fermo il piccione con il palmo della mano e tagliatelo a metà nel senso della lunghezza e poi in quarti. Disponete i pezzi di carne sul piatto da portata o sul tagliere insieme alla ciotola con la salsina e spargeteci sopra il peperoncino, la cipolla e il coriandolo. Dato che inzupperete la carne direttamente nella salsa e mangerete con le mani, mi raccomando: portate in tavola qualche ciotolina lavadita. Buon appetito!

Piccione croccante con salsina agrodolce all’orientaleultima modifica: 2010-09-07T08:53:29+02:00da oscarnastro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento