La migliore frittata di gamberetti e prezzemolo

frittata_gamberetti.jpg

A essere sincero, sono abbastanza esigente in materia di frittate, ma questa è veramente irre­sistibile, soprattutto se riuscite a trovare dei bei gamberetti freschi, che danno alle uova una dolcezza e un profumo incredibili. Mentre preparavo questa frittata, stavo mescolando la scor­za di limone alle uova ma, per sbaglio, ho spruzzato dentro anche un po’ di succo. Ho voluto provare a farla lo stesso, anche se teoricamente non si dovrebbero mai mescolare le uova con il limone. Be’, credo che il risultato sia spettacolare: una frittata zeppa di gamberi e legger­mente cagliata dal limone… ma gustosissima! L’altro trucco è usare un sacco di prezzemolo. Decidete voi quanto dev’essere alta la vostra frittata, ma  io vi dico subito che secondo me lo spessore giusto è di 2,5 cm: più sottile, non è una frittata, e più alta, è solo una frittata venuta male. La potete servire fredda come antipasto, op­pure calda come spuntino, o addirittura come primo

6 uova grandi, possibilmente biologiche

sale marino e pepe nero appena macinato

una manciata di foglie di prezzemolo fresche, tritate finemente

scorza grattugiata di 1 limone

succo di 1/2 limone

1 cucchiaio colmo di parmigiano grattugiato al momento

180 g di gamberetti freschi, sgusciati

olio d’oliva

una bella noce di burro

1 peperoncino rosso secco, sbriciolato

Scaldate il forno a 220°. In una terrina, sbattete le uova con un pizzico di sale e pepe, poi ag­giungete il prezzemolo, la scorza e il succo di limone, e il parmigiano. Tagliate a pezzi grossi metà dei gamberi (gli altri lasciateli interi) e versateli nella terrina. In un tegame antiaderente piccolo e dal fondo spesso – e che possa anche andare in forno , scaldate il burro insieme a una bella dose d’olio: appena il burro comincia a schiumare, versateci dentro il composto. Fa­te andare a fuoco medio per circa un minuto, girando delicatamente un cucchiaio intorno ai bordi della frittata, poi mettete il tegame nel forno. (In generale, si tende a fare la frittata mol­to cotta, io invece preferisco cuocerla un po’ meno e passarla un attimo in forno, giusto per­ché prenda un bel colore, ma non resti troppo asciutta. Lasciatela in forno per 4-5 minuti fin­ché diventerà leggermente dorata: si gonfierà un po’ e sarà deliziosamente leggera. Cospar­getela di peperoncino e fatela scivolare su un piatto. E fantastica accompagnata da una sem­plice insalata di rucola, del pane buono e un bel bicchiere di vino.

La migliore frittata di gamberetti e prezzemoloultima modifica: 2010-07-09T09:30:00+02:00da oscarnastro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento