La caponata

lrg_1844.jpgLa caponata è una specialità meridionale assolutamente fantastica che può essere servita tiepida, come contorno, oppure fredda, come antipasto. I siciliani sono fierissimi di questo piatto che mette insieme i prodotti tipici della loro bellissima isola. A dir la verità, le varie ricette si assomigliano un po’ tutte… ciò che farà davvero la differenza è la qualità delle melanzane, dei pomodori e dell’aceto che userete. Cercate di procurarvi delle melanzane belle sode, con pochissimi semi, possibilmente di colori diversi. Magari, per vedere se dentro va bene, chiedete al vostro ortolano di tagliarne una a metà. Evitate di farle a pezzetti troppo piccoli: assorbirebbero un sacco d’olio diventando pesantissime, e in più vi perdereste tutta la loro cremosità. M’è capitato di mangiare della caponata che affogava letteralmente nell’olio, ma io preferisco farla meno unta.

olio d’oliva

2 belle melanzane, tagliate a pezzi grossi

1 cucchiaino d’origano sale marino e pepe nero appena macinato

1 piccola cipolla rossa, pelata e tritata finemente

2 spicchi d’aglio, pelati e affettati finemente

un mazzetto di prezzemolo, foglie e gambi separati e tritati finemente

2 cucchiai di capperi sotto sale, risciacquati, messi a bagno e scolati

una manciata di olive verdi, private del nocciolo

2-3 cucchiai di aceto alle erbe di prima qualità

5 grossi pomodori maturi tritati grossolanamente

optional: 2 cucchiai di scaglie di mandorle leggermente tostate

Versate in una grossa padella due o tre belle cucchiaiate d’olio d’oliva e mettetela sul fuoco. Buttateci le melanzane e l’origano, condite con un pizzico di sale e mescolate in modo che siano coperte d’olio uniformemente. Fatele andare a fuoco vivo per 4-5 minuti, facendole saltare di tanto in tanto (se la padella non è abbastanza grande, forse dovrete cuocere le melanzane in più riprese). Quando hanno preso un bel colore su ogni lato, aggiungete la cipolla, l’aglio, i gambi di prezzemolo tritati e fatele cuocere per un altro paio di minuti. Se vi sembrano troppo asciutte, aggiungete pure un po’ d’olio. Versate nella padella i capperi e le olive e spruzzate con l’aceto. Appena è evaporato del tutto, buttateci dentro anche i pomodori e lasciate sobbollire per 15 minuti, o finché le verdure vi sembrano abbastanza tenere. Prima di servire, assaggiate la vostra caponata per vedere se manca di sale, pepe o aceto. Condite con un filo di buon olio d’oliva e servitela con sopra le foglie di prezzemolo tritate. Se l’idea v’ispira, completate con scaglie di mandorla.

La caponataultima modifica: 2010-07-08T09:22:54+02:00da oscarnastro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento