Sorbetto di pere

lrg_2305.jpgI sorbetti sono sempre un buon modo per chiudere un pasto se non volete appesantirvi troppo. Possono anche essere gustati tra una portata e l’altra per rinfrescare il palato. In linea di massima, la ricetta base del sorbetto è sempre la stessa: si mescola della purea di frutta con un po’ di sciroppo, quel tanto che basta per farlo congelare. Diventerà bello luccicante e della consistenza perfetta per essere mangiato con il cucchiaino.

Questo mix di pere e grappa è davvero tosto, assolutamente da provare. Farete un figurone se lo servirete in una ciotola o una coppa, guarnito con dei bei pezzettini di frutta fresca. Potrebbe essere interessante sostituire la grappa con una buona vodka e, a costo di sembrare un po’ fuori, vi confesso che anche l’assenzio c’ha il suo bel perché… ma in fondo la grappa è facile da trovare.

Queste dosi bastano per un paio di palline a testa per 6 persone, ma se siete solo in 4 potrete conservare in freezer il sorbetto che rimane. Vi suggerisco di usare un recipiente basso di terracotta, o di porcellana spessa, che possa essere messo in freezer prima della preparazione: il sorbetto si solidificherà più in fretta.

Cercate di procurarvi delle pere stramature… vanno bene anche quelle che vi tirano praticamente dietro al mercato. Se sono veramente molto molli, vi basterà sbucciarle e mettere la polpa in una terrina: non avrete neppure bisogno di cuocerle

200 g di zucchero

200 ml di acqua

1 kg di pere mature, sbucciate, tagliate in quarti e private del torsolo

succo e scorza grattugiata di 1 limone

50 ml di grappa

Prima di tutto, mettete lo zucchero e l’acqua in un pentolino e portate a ebollizione, poi abbassate la fiamma e lasciate sobbollire per 3 minuti. Aggiungete i quarti di pera e, a meno che siano supermolli, fateli cuocere per altri 5 minuti. Togliete dal fuoco e lasciate riposare il composto per 5 minuti, poi aggiungete il succo di limone (senza semi) e la scorza. Versate il tutto in un frullatore e fatelo andare fino a ottenere una purea liscia. Dopo averla passata al setaccio, travasatela nel recipiente in cui servirete il sorbetto.

Aggiungete la grappa, date una bella mescolata e assaggiate. Il liquore non dovrebbe essere così forte da coprire gli altri sapori: dev’essere delicato e sposarsi bene con le pere ma, dato che ogni marca è diversa dall’altra, regolatevi in base ai vostri gusti. (Non è una buona scusa per versarci tutta la bottiglia: se c’è troppo alcol, il sorbetto non congela!) Mettete il recipiente nel freezer e mescolate bene il sorbetto ogni mezz’ora con una forchetta: lo vedrete diventare sempre più chiaro. Dopo un paio d’ore sarà pronto e avrà una bella consistenza, perfetta per gustarlo al cucchiaio. E ottimo servito con ventagli di pasta sfoglia o altri biscotti friabili e dal gusto delicato.

PS. Il sorbetto potrà essere conservato in freezer solo per un paio di giorni, poi si cristallizzerà.

Sorbetto di pereultima modifica: 2010-07-07T08:13:12+02:00da oscarnastro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento