Le migliori polpette di tonno

lrg_1428.jpgNon conosco praticamente nessuno che non vada matto per le polpette, perciò qui ho pensato di darvene una ricetta un po’ diversa dal solito. Le ho viste fare allo stesso modo in Sicilia, però usando un misto di pesce spada e tonno… ovviamente non quello in scatola. Per queste polpette bisogna usare pesce fresco, e condirle delicatamente con erbe e spezie siciliane. Sono gustose come quelle di carne!

per la salsa di pomodoro

olio d’oliva

1 cipolla piccola, pelata e tritata finemente

4 spicchi d’aglio, pelati e affettati finemente

1 cucchiaino d’origano

2 lattine da 400 g di pomodori pelati di buona qualità

sale marino e pepe nero appena macinato

aceto di vino rosso

un ciuffo di prezzemolo fresco, solo le foglie, tritate grossolanamente

per le polpette

400 g di tonno fresco

olio d’oliva

50 g di pinoli

1 cucchiaino raso di cannella macinata

sale marino e pepe nero appena macinato

1 cucchiaino di origano

una manciata di prezzemolo fresco, tritato

100 g di pangrattato

50 g di parmigiano grattugiato al momento

2 uova

scorza grattugiata e succo di 1 limone

Come prima cosa, preparate la salsa. Mettete sul fuoco una pentola grande, aggiungete una bella dose d’olio d’oliva, la cipolla e l’aglio e fateli soffriggere dolcemente più o meno per 10 minuti, o finché saranno diventati teneri. Aggiungete l’origano, i pomodori, il sale e il pepe e portate a ebollizione. Lasciate sobbollire per circa 15 minuti, poi frullate il tutto fino a ottenere una salsa vellutata. Assaggiatela: magari sarà il caso di aggiungere un goccio d’aceto o un altro po’ di sale e pepe.

Mentre i pomodori stanno andando, tagliate il tonno a dadini di 2,5 cm. In una padella grande versate 2 belle cucchiaiate d’olio d’oliva e mettetela sul fuoco. Versateci dentro il tonno insieme ai pinoli e alla cannella. Condite leggermente con sale e pepe e fateli friggere per un minuto o giù di lì, così che i dadini di tonno siano cotti e i pinoli tostati. Togliete la padella dal fuoco e trasferite il composto in una terrina. Lasciatelo raffreddare per 5 minuti, poi incorporateci l’origano, il prezzemolo, il pangrattato, il parmigiano, le uova e il succo e la scorza di limone. Lavorate l’impasto con le mani così che il tonno assorba bene i vari aromi, poi fate delle polpette, un po’ più piccole di una pallina da golf. Se prima di modellarle vi bagnate bene le mani, avranno una superficie bella liscia. Se il composto è molto appiccicoso, aggiungete un altro po’ di pangrattato. Cercate di fare le polpette più o meno della stessa dimensione e sistematele su un vassoio unto d’olio, poi lasciatele riposare nel frigo per 1 ora.

Rimettete sul fuoco la padella in cui avete fritto il tonno e versateci un po’ d’olio d’oliva. Aggiungete le polpette e fatele un po’ saltare fino a quando avranno preso un bel marroncino dorato. Eventualmente, potete anche cuocerle in più riprese. Quando sono tutte pronte, versatele nella salsa di pomodoro, distribuitele nei vari piatti, spargeteci sopra il prezzemolo tritato e completate con un filo d’olio d’oliva. Sono fantastiche mangiate con spaghetti o linguine.

Le migliori polpette di tonnoultima modifica: 2010-06-29T09:03:00+02:00da oscarnastro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento