Incredibile arrosto misto di selvaggina con polenta

lrg_1170.jpgQuesta è una versione di lusso dell’arrosto della domenica. Usate tutta la selvaggina possibile, oppure combinate uccelli selvatici al pollo di tutti i giorni. Se avvisate il macellaio in anticipo, vi potrà procurare quasi tutta la selvaggina di stagione e ve la preparerà!

Ingredienti per 8

1 fagiano, preparato alla diavola, lavato e asciugato

1 faraona o 1 pollo da circa 1 kg, preparato alla diavola, lavato e asciugato

1 pernice, lavata e asciugata

2 colombacci, lavati e asciugati

4 quaglie, larvate e asciugate

1 ciuffo di rosmarino fresco

1 ciuffo di timo fresco

scorza grattugiata di 1 arancia o limone

1 cipolla rossa, pelata e tritata grossolanamente

4 gambi di sedano, mondati e tritati grossolanamente

4 carote, pelate e tritate grossolanamente

4 salsicce italiane

qualche rametto d’alloro fresco, solo le foglie

olio d’oliva

sale marino e pepe nero appena macinato

500 g di polenta

1 bicchiere di vino rosso

100 g di burro

due manciate di parmigiano grattugiato al momento

olio extra vergine d’oliva

Scaldate il forno impostandolo sulla temperatura più alta. Chiedete al macellaio di preparare alla diavola, cioè aperti a libretto, la faraona o il pollo e il fagiano, altrimenti dovrete farlo voi. Capovolgete l’uccello a testa in giù e tagliate sotto le cosce con un buon paio di forbici. Togliete le parti ossee della carcassa (ricordandovi di lasciare però la squisita polpa intorno alle cosce) e aprite il volatile come se fosse un libro. Potete poi riempire gli altri uccelli con il condimento: un rametto di rosmarino, uno di timo e un po’ di scorza d’arancia o di limone.

Disponete in una grossa teglia (o due più piccole) la cipolla, il sedano e le carote, e posateci sopra le salsicce e gli uccelli. Aggiungete le foglie d’alloro e il resto del timo e del rosmarino. Irrorate con olio d’oliva e sfregatelo bene sui volatili (dentro e fuori). Condite tutta la carne con una bella dose di sale e pepe. Infornate e abbassate immediatamente la temperatura a 180°. Lasciate cuocere per 1 ora e 1/2, girando gli uccelli di tanto in tanto, finché la carne sarà succosa e ben cotta.

Dopo mezz’ora, portate a ebollizione 2 litri di acqua salata in un tegame antiaderente e buttateci dentro mescolando la polenta. Abbassate il fuoco al minimo, coprite con un coperchio lasciato leggermente scostato (altrimenti il tegame lascerà schizzare fuori la polenta bollente!) e fate bollire per altri 50 minuti, mescolando il più possibile. Se dovesse ispessirsi troppo, aggiungete un po’ d’acqua bollente.

Sfornate gli uccelli, toglieteli dalla teglia e teneteli al caldo. Per preparare una salsa rapida, mettete la teglia sul fuoco e versateci il vino mescolando delicatamente. Ora occupatevi della polenta: bisognerà condirla come si deve, perciò versateci dentro tre quarti del burro e tutto il parmigiano grattugiato. Quando sarà bella vellutata, assaggiate e, se serve, aggiustate di sale e pepe. Ora dovrebbe essere deliziosa! Trasferite la polenta su un tagliere o su un vassoio, distribuitela uniformemente e lasciatela riposare, così si indurirà ancora un po’.

Mescolate la salsa e aggiungete il resto del burro. Per trasferirla in una padella filtratela con un setaccio, schiacciandola bene bene. Tagliate le cosce e i petti degli uccelli più grandi e disponeteli con il resto della carne sopra la polenta. Affettate le salsicce e aggiungetele al resto. Con il cucchiaio irrorate il tutto con la salsa di vino rosso e completate con un filo d’olio extra vergine d’oliva.Portate direttamente in tavola il tagliere così che ognuno si serva da solo. Un banchetto fantastico!

Incredibile arrosto misto di selvaggina con polentaultima modifica: 2010-05-31T08:54:44+02:00da oscarnastro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento