Vellutata d’asparagi con uovo in camicia e pane tostato

lrg_1500.jpgQuella che sto per presentarvi è una zuppa d’asparagi favolosamente semplice e talmente morbida e vellutata che conquisterà tutti. Mangiata calda è deliziosa (ma nelle giornate afose sarà buonissima anche servita fredda, con una spruzzatina di limone) e mi piace molto accompagnarla con l’uovo in camicia e il pane tostato, ma ovviamente potete anche portarla in tavola così com’è. Io di solito cuocio un paio d’uova in più… nel caso di qualche rottura accidentale nella pentola! Qui vi do le dosi per otto persone, ma potete tranquillamente dimezzarle, oppure conservare in freezer l’eventuale zuppa rimasta.

Ingredienti per 8

800 g di asparagi, privati della parte di gambo legnosa olio d’oliva

2 cipolle bianche di medie dimensioni,pelate e tritate

2 gambi di sedano, mondati e tritati

2 porri, mondati e tritati

2 litri di brodo di pollo o vegetale di buona qualità

sale marino e pepe nero appena macinato

10 uova piccole e freschissime, da allevamento all’aperto o biologico

8 fette di pane tipo ciabatta

1 noce di burro

olio extra vergine d’oliva

Staccate le punte agli asparagi e mettetele momentaneamente da parte. Tagliate grossolanamente i gambi. Mettete sul fuoco una pentola capiente e con i bordi alti e versateci dentro una bella dose d’olio d’oliva. Fate soffriggere dolcemente le cipolle, il sedano e i porri per circa 10 minuti finché saranno teneri e dolci ma non si saranno scuriti. Poi aggiungete gli asparagi spezzettati e il brodo e lasciateli andare per 20 minuti con il coperchio. Togliete la pentola dal fuoco e passate tutto nel frullatore (potete usare anche uno di quelli a immersione). Aggiustate di sale e pepe (ma andateci piano, mi raccomando) finché la zuppa vi sembra perfetta. Rimettetela sul fuoco, incorporateci le punte d’asparago che avete messo da parte, riportate a ebollizione e fatela andare finché le punte risulteranno tenere.
Poco prima che la vellutata sia pronta io faccio bollire 8-10 cm d’acqua in una casseruola bella larga. Usando sempre uova freschissime, le rompo tutte e 10 nell’acqua. Non preoccupatevi all’idea di cuocerne così tante tutte insieme: non devono essere perfette. In un paio di minuti saranno già pronte, dato che vogliamo che restino un po’ liquide. Tostate il pane. Aiutandovi con una schiumarola, trasferite le uova in un piattone e conditele con una noce di burro. Per servire, dividete la zuppa in otto fondine (che prima avrete fatto intiepidire) e sistemate su ognuna una fetta di pane tostato. Completate appoggiando sul pane un uovo in camicia, aggiustate di sale e pepe e, come tocco finale, aggiungete un filo d’olio extra vergine d’oliva.

Vellutata d’asparagi con uovo in camicia e pane tostatoultima modifica: 2010-05-11T11:02:00+02:00da oscarnastro
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento